Processi aziendali che funzionano

organigramma_idee

Un’azienda non è una creatura indipendente, nata per una serie di casualità. Un’azienda, la tua azienda, è come la fai. Funziona se sai come farla funzionare.

Per un imprenditore è difficile rendersi conto – perché troppo dentro al meccanismo, troppo coinvolto – dei micro-errori che hanno impedito all’azienda di compiere quel salto di qualità inseguito fino a quel momento. A volte basta davvero poco – il consiglio giusto dall’esperto giusto – per far cambiare le cose in maniera rapida.

Al di là delle situazioni specifiche o di congiunture di mercato che non staremo qui a prendere in considerazione, il dato di fatto è che in tutte le aziende ci sono dei processi che funzionano e altri che non funzionano, e che – inevitabilmente – non facendo progredire l’azienda, la fanno regredire.

L’azienda è – o meglio: dovrebbe essere – un sistema, costituito da una successione logica e temporale di processi replicabili e riproducibili in tutti i suoi settori. Il concetto di “catena di montaggio” vi aiuterà a chiarire questa affermazione. I manager devono sempre sapere “chi fa cosa” e “quando”; gli operativi devono avere istruzioni chiare su “cosa fare”, “come” e “quando”; lo scambio informativo deve essere rapido, univoco e verificabile.

Ora, se in un’azienda non c’è una precisa organizzazione – tra reparti e nei reparti – e se non si utilizzano strumenti che facilitano questa stessa organizzazione, il sistema non funziona. E collassa.

Per aiutare tutti gli imprenditori e i manager che seguono il nostro blog, C24 dà il via oggi a un appuntamento settimanale in cui si affronteranno in maniera propositiva, con consigli pratici ed efficaci, i problemi più comuni delle piccole e medie aziende. Analizzeremo e proporremo soluzioni per ottimizzare tutti quei processi che rischiano di danneggiare le aziende e non far dormire notti serene agli imprenditori.

 

1. STANDARDIZZAZIONE DEI FLUSSI DI LAVORO

  • Create un organigramma che stabilisca ruoli e compiti: è il primo e imprescindibile passo. Si eviteranno fraintendimenti, scarichi di responsabilità e… lavori non eseguiti.
  • Stilate un documento delle procedure interne e condividetelo con tutti i dipendenti coinvolti. L’organigramma trova proprio nelle procedure il suo riscontro: ogni compito sarà non soltanto affidato a una o più persone, ma verrà anche stabilito in quali e quante fasi dovrà essere svolto, con che tempistiche, ecc.
  • Fate in modo che il rispetto delle procedure sia assoluto e non derogabile.

 

Già questi semplici accorgimenti, che sono alla base di un’azienda che funziona bene e che vuole raggiungere risultati, porteranno 3 grossi vantaggi:

1) MENO TEMPO SPRECATO

– nella gestione del singolo dipendente/reparto;

– nell’organizzazione del lavoro sul breve, medio e lungo periodo;

…e conseguente minore necessità della presenza costante del titolare in azienda.

2) PIÙ CONTROLLO

– sul flusso di lavoro generale;

– sul singolo dipendente/reparto;

3) PIÙ SENSO DI RESPONSABILITÀ

– acquisito dal singolo dipendente/reparto in senso assoluto

– acquisito dal singolo dipendente/reparto su un compito preciso

– nei confronti dell’azienda stessa, grazie a una maggiore comprensione delle sue dinamiche.

 

Vantaggi che hanno un unico obiettivo da raggiungere: il successo della tua azienda.

Scopri come possiamo aiutarti www.consulting24.it www.c24web.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *